Il blog di LifeStyle per eccellenza!

Arteterapia per combattere lo stress e stimolare la mente

14

Colorare usando i pastelli colorati che solitamente i bimbi utilizzano a scuola ha smesso di essere un’attività propria solo dei bambini. Gli esperti affermano che questa tecnica permette di curare lo stress, aumentare il benessere psichico e stimolare determinate aree del cervello. Colorare è un’attività che solitamente associamo ai bambini: durante l’infanzia, che sia a scuola o a casa, ai bambini viene costantemente chiesto di fare disegni, colorare libri e, finanche, dipingere veri e propri quadri. Oltre ad essere molto divertenti, queste attività aiutano a sviluppare la capacità di concentrazione e la coordinazione motoria.

Spesso, crescendo, tendiamo a lasciare da parte pastelli e pennarelli, salvo che per utilizzarli in sporadici casi per sottolineare libri di testo scolastici o prendere appunti di lavoro. In realtà, colorare e disegnare possono essere davvero attività molto benefiche anche per gli adulti per il loro potere antistress. Generano benessere, tranquillità e inoltre stimolano le aree cerebrali motorie, i sensi e la creatività.
Per tutte queste ragioni, i libri da colorare hanno smesso di essere oggetti del desiderio esclusivamente dei bambini. In molti paesi d’Europa già si editano libri da colorare per adulti, che sono un vero fenomeno e una tendenza che si sta espandendo in tutto il mondo.

Arteterapia: quali sono i benefici terapeutici

La pratica dell’Arteterapia offre innumerevoli benefici: sempre più, infatti, sono i terapeuti e gli specialisti che raccomandano questa attività, che aiuta gli adulti a rilassarsi e a ridurre lo stress. Inoltre, favorisce la concentrazione e l’organizzazione. Colorare implica sedersi con tranquillità, osservare il disegno stampato in bianco e nero per poi poterlo immaginare finito, scegliendo così i colori da utilizzare.

Colorare è un’attività eccellente per connetterci con le nostre emozioni, giacché a seconda del nostro stato d’animo, sceglieremo alcuni colori ad altri o opteremo per una particolare gradazione di colori. Gli specialisti consigliano di intraprendere questa attività in un ambiente tranquillo, incluso accompagnandolo con della musica rilassante che amplifichi il processo di concentrazione e allontanamento dello stress. Per far sì che l’esperienza sia ancora più coinvolgente e benefica è importante lasciar fluire la creatività e i colori, come se fosse il nostro subconscio a prendere le decisioni per noi.

Meccanismi cerebrali

Colorando si attivano diverse aree dei due emisferi cerebrali. Interviene tanto l’area logica, per le forme che coloriamo, come l’area deputata alla creatività, che ci guida nella scelta dei colori. Inoltre, si attivano le aree della corteccia cerebrale implicate nella vista e l’area motoria per gestire la coordinazione dei movimenti piccoli e precisi, tipici dell’attività del colorare.

“Il rilassamento che si produce ha effetti benefici sull’amigdala, una parte basica del nostro cervello, implicata nel controllo delle emozioni, che risente molto dello stress” affermano gli esperti.

Uno dei primi psicologi a scoprire gli effetti positivi del colorare e a sottoporre questa tecnica di rilassamento ai suoi pazienti fu Carl Gustav Jüng, psichiatra, psicoanalista e antropologo svizzero, all’inizio del XX secolo. Lo fece mediante i mandala: disegni circolari con forme concentriche, simili ai rosoni delle chiese gotiche, che hanno la loro origine in India.

Combattere lo stress con l’arteterapia, una medicina alternativa

I libri da colorare aiutano a combattere lo stress di cui tutti noi, chi più chi meno, risentiamo a causa del lavoro, del traffico e dei molti impegni quotidiani in generale. Inoltre, è dimostrato che questa è un’attività che incrementa l’autostima.

Infatti, sono molti gli adulti che vorrebbero coltivare il loro lato artistico ma che, purtroppo, non si sentono abbastanza sicuri delle loro capacità da iniziare questo percorso da zero. Colorare i disegni dei libri può aiutare queste persone a confrontarsi con questo nuovo ambito e acquisire tecniche e nozioni specifiche dell’arte del disegno che, successivamente, possono riutilizzare creando proprie opere personali. I libri da colorare, infatti, sono un semplice ed ottimo esercizio per recuperare, attivare ed esercitare la creatività persa, giacché permettono di realizzare attività e sviluppare nuove tecniche che, altrimenti, sarebbero impensabili per molti adulti.

Questa attività, che implica serenità e concentrazione, seduce sempre più persone e viene considerata da molti una vera e propria via di fuga da una quotidianità sempre più stressante e frenetica, che lascia poco spazio alla tranquillità e al relax. Non a caso, già quasi un secolo fa il famosissimo pittore Wassily Kandinskij disse che “il colore è un potere che influenza direttamente l’anima”.

Libri da colorare e App

La colorterapia è per tutti, in commercio si possono trovare una miriade di libri da colorare per adulti. I più comuni e diffusi sono certamente i libri con disegni mandala che sono delle rappresentazioni grafiche rotonde, formate da motivi geometrici, diagrammi e disegni circolari che si ripetono. In realtà, i mandala non sono solo forme d’arte ma nella tradizione Induista e Buddista vengono utilizzati in molte tradizioni spirituali e sono considerati delle rappresentazioni essenziali e geometriche del mondo e del cosmo. Se però non siete amanti di questo particolare tipo di disegni, sappiate che in diversi store online potete trovare anche libri da colorare con disegni di animali fantastici, animali favolosi, libri con immagini a tema amoroso e, addirittura, libri con parolacce, ingiurie e imprecazioni da colorare, chiaramente abbinate a rilassanti immagini floreali. Già, in questo caso, potrete divertirvi a colorare quelle parole che vorreste dire nella vita reale ma che, per vari motivi, non potete pronunciare.

In quest’epoca digitale, però, potete dilettarvi a colorare non solo con veri pennarelli su carta stampata ma anche utilizzando pratiche App. Sono moltissime infatti le applicazioni scaricabili sia per smartphone che per tablet, gratuite o a pagamento, con disegni tutti da colorare, chiaramente in modo più virtuale. Certo è che, molto spesso, sono proprio questi strumenti tecnologici quelli da cui abbiamo più bisogno di disintossicarci, perciò non siamo sicuri che queste soluzioni possano davvero essere veri e propri rimedi antistress. Ma potreste considerarle una prova prima di passare al colorare vero e proprio su carta.

Cosa sono le Arti Terapie

L’Arteterapia assieme alla Musicoterapia, alla Teatroterapia e alla Danzamovimentoterapia sono le discipline che compongono l’Arte Terapia, cioè l’insieme di quelle attività che utilizzano la creatività e i linguaggi artistici a scopo preventivo, riabilitativo e terapeutico. Possiamo quindi definire l’Arte Terapia come un vero e proprio percorso di prevenzione e cura di disagi psicologici e sociali, come il miglioramento dell’autostima, l’elaborazione di un trauma, la risoluzione di problemi che creano disagio esistenziale e/o relazionale. I terapeuti che utilizzano queste tecniche analizzano sia la condizione fisica della persona che le sue condizioni mentale ed emotiva, per ottenere una corretta diagnosi e raccomandano quindi al paziente i corsi necessari per rompere i blocchi interiori e ricomporre così l’energia organica psico-fisica.